4 novembre 2019 – Emozionarsi tra Oriente e Occidente

Lo scorso 4 novembre abbiamo proseguito con le serate dedicate ad AcculturiamoQI – Dialoghi di Medicina Cinese. È stata una serata speciale, piena di energia positiva e belle persone, a cominciare dall’amico dottor La Bella Mirko, psicologo e psicoterapeuta, con il quale abbiamo viaggiato attraverso le emozioni umane.

La “lezione” verteva sulla differenza di lettura che la Medicina Tradizionale Cinese (MTC) e la Psicologia danno delle emozioni. Ne abbiamo evinto che le due diverse scienze hanno alcune divergenze, ma anche molti punti in comune; un esempio è il fatto che entrambe le “visioni” giudichino inscindibile la correlazione tra (shén – spirito, emozione) e corpo. La MTC, infatti, correla a ogni organo un’emozione: al fegato, per esempio, è correlata la rabbia. Ma, se ci pensiamo bene, anche nella nostra cultura tale binomio è di uso comune, basti considerare alcune espressioni quali:

  • farsi il fegato marcio
  • essere verde di bile (sostanza secreta, appunto, dal fegato)
  • rodersi il fegato
  • farsi scoppiare il fegato (dalla rabbia)

Nondimeno, è curioso notare il modo di dire avere fegato, che significa, avere coraggio, in quanto, anticamente, si riteneva che il coraggio risiedesse in questa ghiandola.

Il Dottor La Bella, a proposito della stretta relazione che, come abbiamo visto, intercorre tra emozioni e corpo ha proiettato uno spezzone tratto dalla serieTV Lie to me, che mostrava il protagonista, uno psicologo criminale, interfacciarsi con un detenuto e “leggere” le sue risposte non verbali, diametralmente opposte a quelle verbali. [Guada l’estratto QUI]

Sia il Dottor La Bella, sia io, poi, abbiamo posto l’accento sul fatto che le nostre emozioni possono agire in maniera positiva sul nostro corpo, ma anche in maniera negativa, avendo, a volte, effetti irreversibili. Per questa ragione, il dottor La Bella ha sottolineato come, soprattutto in quest’epoca e in una società che detta le regole anche su quali sentimenti provare, prendersi cura della nostra salute, debba necessariamente includere un lavoro minuzioso su noi stessi e sulle nostre emozioni, non per dominarle e soffocarle, ma per incanalarle nella giusta direzione.

               

Ho, infine, constatato con piacere che questa serata ha suscitato la curiosità e la partecipazione attiva dei presenti, che ringrazio per l’interesse mostrato per la materia.

                 

Un ultimo, ma non meno importante ringraziamento all’amico Dott. La Bella Mirko, che non grande simpatia e semplicità ci ha avvicinati ad una materia tutt’altro che facile.

 

CLICCA QUI per prenotare!

Questo sito web utilizza i cookies anche di terze parti per facilitare la navigazione. Cliccando qualunque elemento di questa pagina acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra cookie policy oppure ESCI maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi